Yperios
La gestione del cambiamento

Si distinguono normalmente quattro livelli di ascolto. C’è l’ascolto finto, quello più diffuso, in cui si capisce benissimo che la persona sta pensando ai fatti suoi, e magari mantiene un contatto visivo per salvare le apparenze. Poi c’è l’ascolto logico, quello in cui capisco quello che mi stanno dicendo: sto a sentire, però non sto veramente ascoltando, capisco l’argomento. L’ascolto attivo è già diverso, perché do un segnale che sto ascoltando, magari interrompendo e facendo qualche domanda. Ma l’ascolto empatico è quello che serve veramente alla connessione, quello in cui il mio interlocutore percepisce non solo che lo sto ascoltando, ma che anche se non condivido quello che sta dicendo […]